IL 6 NOVEMBRE 2019 E' STATA PUBBLICATA LA CICOLARE DEL MINISTERO DELL'INTERNO CHE STABILISCE L'OBBLIGO DEI DISPOSITIVI PER PREVENIRE L'ABBANDONO DI BAMBINI NEI VEICOLI A PARTIRE DAL 7 NOVEMBRE 2019.

img 2631

Gli agenti di polizia possono dunque fare i dovuti controlli sulle auto dei genitori, e sanzionare l'eventuale mancanza dei dispositivi a partire da 83 euro di multa e 5 punti di decurtazione dalla patente di guida.

In effetti, tale tipo di strumento, chiamato comunemente "salvabebè", è già diffuso da tempo sul mercato, forse è stata questa la ragione del tempismo del Ministero dell'Interno, unita al fatto che già con la circolare del 3 luglio 2019 il direttore della Polizia aveva dovuto fare marcia indietro e dire di  non fare i controlli, visto che, pur essendo presente la modifica all'interno del codice della strada, all'art. 172, ancora non era presente la norma tecnica di legge cui i costruttori si sarebbero dovuti adeguare.

Il decreto con le specifiche tecniche che tutti aspettavano, il Decreto del Ministero dei Trasporti n. 122, è uscito solo lo scorso ottobre 2019. Si tratta di un testo chiave, in quanto stabilisce tutte le caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali di tali strumenti, utili sia ai fabbricanti che agli acquirenti finali, a cui spetta l'obbligo di esibire la documentazione in caso di controlli.

Tale decreto del MIT, il n. 122, ha definito il dispositivo antiabbandono come un dispositivo che può essere:

  • integrato all’origine nel sistema di ritenuta per bambini;
  • una dotazione di base o un accessorio del veicolo, compresi nel fascicolo di omologazione del veicolo stesso;
  • indipendente sia dal sistema di ritenuta per bambini sia dal veicolo.

In tutti i casi, il dispositivo deve essere in grado di attivare dei segnali di allarme - visivi e acustici o visivi e aptici (con la vibrazione), percepibili all’interno o all’esterno del veicolo, e deve essere in grado di attivare dei sistemi di comunicazione automatici per l'invio di messaggi o chiamate, attraverso reti di comunicazione mobile senza fili.

In linea generale, il sistema si deve basare su sistemi elettronici che utilizzano i sensori.

OBBLIGHI DEL COSTRUTTORE

Le aziende costruttrici devono realizzare la documentazione tecnica tale da contenere tutti i dati che attestano la conformità dei dispositivi alle specifiche tecnico-costruttive e funzionali del Decreto n. 122 del 2/10/2019, e rilasciano a tale scopo una dichiarazione di conformità (conforme al fac-simile allegato al decreto).

Si presumono conformi alle disposizioni italiane analoghi dispositivi acquistati all'estero in UE o Turchia.

(fonte www.patente.it)

L'autoscuoa dispone di una pista privata, in città, per il conseguimento delle patenti Am, A, A2, A1.

Per info contattaci al numero 0746-203294 o tramite mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

FOTO PISTA.1 

guida accompagnata

La guida accompagnata (GA) è un sistema per permettere ai giovani minori di 18 anni di prendere confidenza con le autovetture in modo progressivo, attraverso la costante presenza di un accompagnatore al loro fianco.

In pratica, dopo avere fatto un minimo di 10 ore di pratica in autoscuola, i ragazzi titolari di patente A1 di almeno 17 anni possono scegliere, in accordo con i genitori o tutori, fino a un massimo di 3 accompagnatori e cominciare a guidare con loro fino a quando non diventano maggiorenni. Poi, al compimento dei 18 anni potranno procedere con la normale richiesta di Foglio Rosa e conseguire la patente B; solo dopo averla conseguita avranno la possibilità di guidare da soli.

Le 6 ore di pratica fatte per la guida accompagnata sono tenute valide per il conseguimento della patente B, dunque non occorre ripeterle.

Sugli autoveicoli utilizzati per la guida accompagnata deve essere apposto, sia sulla parte posteriore che su quella anteriore, un contrassegno con le lettere "GA".

vespa

ECCO LA NUOVA ARRIVATA!!

Vespa 50 pk xl rossa fiammante!

Vuoi prendere la patente per il ciclomotore a marce ma ancora non hai il mezzo?

Hai un'Ape 50 ma non puoi farci l'esame perchè non omologata per due persone? noi abbiamo la soluzione per te! 

Con la nostra Vespa 50 potrai sostenere l'esame AM (ciclomotore) con cambio a marce. 

 

Passa in autoscuola o chiamaci al num. 0746203294 

 

 

Autoscuola Reatina

Viale Maraini 33/35
02100 Rieti (RI)
P. IVA e C.F. 00896960572
Tel 0746.203294
email autoscuolareatina@gmail.com

facebook ico